Obiettivi

Sostenere gli interventi di internazionalizzazione per favorire l’accesso sui mercati esteri delle MPMI regionali.

Beneficiari

I destinatari degli Aiuti previsti dal presente Avviso sono le MPMI, in forma singola, inclusi i Liberi Professionisti, titolari di partita IVA.

I beneficiari devono avere, al più tardi al momento della richiesta della prima erogazione, una sede operativa nel territorio regionale del Lazio dove si svolge l’attività imprenditoriale oggetto del progetto di internazionalizzazione.

Dotazione finanziaria

L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 5.000.000 Euro divisa fra due finestre, a valere sulle risorse del POR FESR 2014-2020, Azione 3.4.2, Sub-Azione “Voucher per l’internazionalizzazione e acquisto di altri servizi” . È prevista inoltre una riserva del 20% per le imprese aventi Sede Operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio

 

L’Agevolazione

L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto in misura compresa fra il 45% e il 70% dell’importo complessivo del Progetto ammesso.

I progetti ammessi devono presentare un importo Costi di Progetto ammissibili da rendicontare (esclusi i costi di personale, calcolati a forfait) in misura minima pari a 5.000 euro e massima pari a 35.000 euro.

 Investimenti ammissibili

Sono ammissibili progetti di internazionalizzazione e di promozione dell’export delle PMI finalizzati all’apertura e al consolidamento nei mercati esteri, che prevedono la realizzazione di una o più Tipologie di Intervento:

  1. Partecipazione a Fiere: la partecipazione a manifestazioni fieristiche e/o a saloni internazionali e/o a rilevanti eventi commerciali (cumulativamente anche solo «Eventi») in Paesi U.E e in Paesi extra UE.

Sono ammissibili le manifestazioni fieristiche in Italia elencate nel sito www.calendariofiereinternazionali.it; è ammissibile la Partecipazione a Fiere prenotate prima della presentazione della domanda purché l’Evento si realizzi dopo la presentazione della domanda ed entro la data di riferimento della finestra. Sono ammissibili le spese relative all’iscrizione e all’affitto di spazi espositivi eventualmente già sostenute, ma non prima del 1° gennaio 2019 (data fattura). È ammissibile un Progetto che preveda la partecipazione ad uno o due Eventi.

  1. Servizi TEM: l’acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione.

Tali servizi devono essere forniti da una “Società di TEM” (Temporary Export Manager) iscritta nell’apposito elenco tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico oppure che abbiano un’esperienza almeno triennale in progetti simili, documentata da almeno 8 contratti, di cui almeno 1 antecedente al 1° agosto 2017. Tali servizi devono essere contrattualizzati e resi dopo la presentazione della domanda ed entro la data di riferimento prevista per la specifica finestra .

Tutti i Progetti devono:

  • essere realizzati da MPMI in forma singola;
  • essere riferiti alla Sede Operativa localizzata nel Lazio;
  • presentare un importo Costi da rendicontare non inferiore a 5.000 e non superiore a 35.000 euro;
  • essere composti da una o più Tipologie di Intervento;
  • essere avviati dopo la data di presentazione della domanda ed entro la data di riferimento della finestra. Per la sola tipologia di intervento A sono ammissibili le spese relative alle tariffe di iscrizione e affitto di spazi espositivi eventualmente già sostenute alla data di presentazione della domanda, purché successive al 1° gennaio 2019 (data fattura).

Spese ammissibili

  1. Costi di Progetto da rendicontare;
  2. Costi del Personale a forfait.

I Costi di Personale a forfait sono relativi al personale che partecipa all’Evento e/o che opera in affiancamento al soggetto che offre Servizi TEM; sono riconosciuti nella misura pari al 15% dei Costi di Progetto da rendicontare; si considera anche il tempo eventualmente dedicato da personale non dipendente e/o dal titolare della MPMI e/o dai Liberi Professionisti

Tempistiche

Presentazione domande a partire dalle ore 12:00 del 5 settembre 2019 alle ore 18:00 del 31 ottobre 2019 (rispettivamente 5 marzo 2020 e 30 aprile 2020 per la seconda finestra).
Il contributo è erogato a saldo, in un’unica soluzione, a fronte della rendicontazione delle Spese Effettivamente Sostenute, entro 90 giorni dall’invio della richiesta di erogazione.

Periodo riferimento: finestra 1 dalla data della domanda fino al 31 ottobre 2020; finestra 2 dalla data della domanda fino al 30 aprile 2021.