POR FESR, abbattimento degli interessi sui prestiti BEI (Italian regions EU blending programme)

Obiettivi

La Regione Lazio, attraverso questa misura agevolativa, mira ad allineare gli oneri finanziari a carico delle MPMI del Lazio a quelli più vantaggiosi praticati nell’Eurozona, riconoscendo un contributo sugli interessi relativi ai prestiti loro concessi dalle Banche Unicredit, Banca di Credito Cooperativo di Roma e Banca Popolare di Sondrio, a valere sulla linea di credito della Banca Europea per gli Investimenti (“BEI”) denominata “Italian regions EU blending programme”.

Destinatari

I destinatari sono le MPMI in forma singola, inclusi i Liberi Professionisti titolari di partita IVA, che al momento della presentazione della domanda:
a) sono regolarmente iscritte al Registro delle Imprese ovvero nel caso dei Liberi Professionisti sono titolari di partita IVA attiva;
b) hanno Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio;
c) ad esclusione dei Settori Esclusi;
d) hanno ottenuto l’erogazione di un Prestito a scadenze di rimborso predefinite, concesso dalla Banca sulla linea di credito “Italian Regions EU blending programme” della BEI dedicata al Lazio.

L’agevolazione

Il contributo è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto, a titolo di De Minimis, ed è finalizzato ad abbattere gli interessi sui Prestiti erogati a valere sulla Provvista BEI. Gli interessi oggetto del contributo sono quelli applicati dalla Banca al Prestito e risultanti dalla attestazione di quest’ultima.

Il contributo è erogato in una unica soluzione anticipata, in percentuale al valore attuale degli interessi dovuti alle Banche sul Prestito a valere sulla Provvista BEI:

  • MPMI operanti nelle Aree di crisi industriale complessa del Lazio: 90%;
  • altre MPMI operanti nel Lazio: 80%.

Prestito

I prestiti oggetto dell’aiuto, concessi a valere sulla linea di credito della Provvista BEI, hanno le seguenti caratteristiche:

  • possono riguardare le necessità finanziarie dell’Impresa affidata per Investimenti e/o la sua necessità di capitale circolante legata al normale ciclo commerciale
  • importo min. 10.000€ – max 10.000.000€
  • durata minima 2 anni – massima 12 anni (per i soli investimenti per l’efficienza energetica o la produzione di energia da fonti rinnovabili, a 15 anni)
  • tasso di interesse fisso o variabile, esclusi i prestiti fluttuanti.

Tempistiche

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente via PEC, a partire dalle ore 12:00 del 5 novembre 2020, fino ad esaurimento fondi.