Contributi per lo sviluppo di MPMI giovanili e femminili

Obiettivi

Si tratta di nuove agevolazioni, che puntano a sostenere, in tutto il territorio nazionale, la nascita e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile: finanziamenti senza interessi, per progetti di investimento fino a 3 milioni di euro.

I progetti possono riguardare la produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli o servizi, in tutti i settori, compresi il commercio e il turismo.

Destinatari

L’accesso alle agevolazioni viene riconosciuto alle nuove imprese:

  • che abbiano forma societaria la cui compagine sia composta per oltre la metà da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero donne (in quest’ultimo caso senza limiti di età);
  • costituite da non più di 60 mesi dalla data di presentazione della domanda;
  • che abbiano la dimensione di micro o piccola impresa.

Possono presentare domanda anche le persone fisiche, a condizione che costituiscano l’impresa entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Agevolazione

I parametri, i criteri e le spese ammissibili per l’accesso alle agevolazioni cambiano, poi, in base all’anzianità dell’impresa richiedente:

  • per le imprese costituite da non più di 36 mesiè possibile richiedere sull’importo delle spese ammissibili per programmi fino 1,5 mln di euro al netto di IVA, un finanziamento agevolato non superiore al 90%, a un tasso pari a zero della durata massima di 10 anni ed un contributo a fondo perduto fino al 20%;
  • per quelle costituite da oltre 36 mesi, è possibile richiedere sull’importo delle spese ammissibili per programmi fino a 3 mln di euro al netto di IVA, un finanziamento agevolato non superiore al 90%, a un tasso pari a zero della durata massima di 10 anni ed un contributo a fondo perduto fino al 15% .

Il contributo a fondo perduto è concesso solo per alcune voci di spesa ammissibili alle agevolazioni.

Spese ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

  • suolo aziendale;
  • fabbricati, opere edili / murarie, comprese le ristrutturazioni;
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • brevetti, licenze e marchi;
  • formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto;
  • consulenze specialistiche.

Tempistiche

I termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazioni sono definiti con successivo provvedimento
del direttore generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico.