Contributo a fondo perduto  per sostenere le imprese del comparto turistico colpite dalla crisi-Covid

La Regione Campania ha stanziati 23.9 milioni di contributi per sostenere 10mila imprese del comparto turistico colpite dalla crisi-Covid. In parallelo alle misure già avviate a sostegno degli investimenti, la Regione Campania mette in campo un ulteriore strumento per supportare il tessuto produttivo. Previsto un bonus una tantum a fondo perduto, da 2 a 7mila euro, di cui sono destinatari: alberghi e strutture simili da 1 a 5 stelle lusso (da 2.000 a 7.000 €); villaggi turistici da 2 a 4 stelle (da 2 a 5mila €); aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte da 1 a 4 stelle (da 2.000 a 5.000 €); alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni (2.000 €); agenzie di viaggio e tour operator (2.000 €); altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio (2mila €); guide e accompagnatori turistici (2.000 €); gestione di stabilimenti balneari marittimi, lacustri e fluviali (2mila €); luminarie, pirotecnici, parchi divertimento (2mila €); attività fotografiche (2.000 €). Il contributo sarà erogato sulla base di una apposita istanza presentata dal rappresentante legale dell’impresa sulla piattaforma dedicata.

Sarà possibile presentare domanda dalle ore 10 del 20 luglio 2020 alle ore 24 del 31 luglio 2020.